Autenticazione

ALUNNI DISABILI


L’Istituto Comprensivo “Battisti-Pascoli”, nell'accogliere la diversità come elemento arricchente i processi formativi, pone una particolare attenzione alle problematiche degli alunni “diversamente abili”, ai quali intende garantire uguaglianza di opportunità nella formazione dei vari aspetti della personalità e nella acquisizione delle abilità strumentali e conoscenze.
Tale orientamento è fondamentale per dare efficacia ai processi di integrazione volti a garantire il successo formativo degli alunni “diversamente abili” e a costruire la cultura dell'accettazione e valorizzazione delle diversità, finalità che devono vedere la scuola impegnata in primo piano.
Accogliendo le indicazioni contenute nelle recenti Linee Guida per l'Integrazione Scolastica degli Alunni con Disabilità del 4 agosto 2009, il nostro Istituto si propone di promuovere una inclusione scolastica di qualità che si realizza attraverso:
la creazione di un clima relazionale e cognitivo capace di favorire la più ampia, possibile integrazione nel gruppo come primo elemento di apprendimento, attraverso la socializzazione del “curricolo implicito”, fatto di relazioni, norme, comportamenti, valori;
l’adozione di strategie e metodologie favorenti, quali l'apprendimento cooperativo, il lavoro di gruppo, il tutoring, con l'obiettivo anche di favorire atteggiamenti di solidarietà e di aiuto reciproco;
l'impegno della scuola a promuovere esperienze didattiche che considerino l'alunno protagonista dell'apprendimento, qualunque siano le sue capacità, non frustranti per eccesso di difficoltà ma rapportate alle potenzialità dell'alunno e rispettando i ritmi e gli stili di apprendimento di ciascuno di essi.
Efficaci appaiono per tale obiettivo i lavori per gruppi e le attività laboratoriali, disciplinari, manipolatorie, motorie, espressive alle quali ogni alunno partecipa con il contributo delle proprie competenze.

 

Al fine di garantire una integrazione adeguata e una corresponsabilità educativa nel nostro Istituto si attuano forme di raccordo tra scuola, operatori sociali, servizi specialistici e famiglia. Come previsto dalla legge quadro sull'handicap (legge 104/92 articolo 15) nella nostra scuola sono costituiti due strumenti collegiali per la realizzazione dell'integrazione: il GLH d'istituto (G.L.H.I.) e il GLH “operativo” (G.L.H.O.)

Il GLH d'istituto è composto dal Dirigente Scolastico,dal docente vicario, dalle   due funzioni strumentali ( scuola primaria e scuola dell’infanzia) area 3, tre referenti in rappresentanza dell'A.S.L., un referente in rappresentanza del Comune, un docente curriculare di scuola secondaria di 1 grado, un docente curriculare di scuola primaria, un docente curriculare di scuola dell'infanzia, un docente di sostegno di scuola secondaria di 1 grado, un docente di sostegno di scuola dell'infanzia, un docente di sostegno di scuola primaria, cinque genitori in rappresentanza delle famiglie con figli diversamente abili.

 Il G.L.H.I. svolge le seguenti funzioni:
-
predispone proposte e strumenti per favorire la realizzazione di piani educativi e di integrazione prevista dal POF;
- studia le procedure più adeguate al raccordo scuola-servizi del territorio;

- valuta la qualità dei processi di integrazione scolastica degli alunni H;
- appronta incontri con i genitori degli alunni diversamente abili per raccogliere pareri e proposte in merito ai percorsi di integrazione scolastica attivati;
- formula proposte per la formazione, l’aggiornamento, anche in forma cooperativa e collaborativa, con le ASL e con gli Enti locali.
Il GLH “operativo” composto da docenti di classe e di sostegno, le famiglie, gli specialisti e gli operatori dell'A.S.L., con il compito di interagire, per costruire una “rete di sostegno” nella comunità scolastica , superando la vecchia logica del rapporto esclusivo ed emarginante alunno disabile – insegnante di sostegno. Nello specifico il GLH “operativo” presiede alla formulazione del P.D.F (Profilo Dinamico Funzionale) e del P.E.I. (Piano Educativo Individualizzato) per ogni singolo alunno e si riunisce per verifiche periodiche e finali.

 

 

PROGETTO INTEGRAZIONE

SCUOLA PRIMARIA

La danzaterapia è universalmente riconosciuta come una forma di psicoterapia nella quale il terapista utilizza l’interazione dei movimenti come mezzo primario per raggiungere gli scopi terapeutici. E’ quindi una tecnica di riabilitazione che utilizza l’espressività corporea per regolare le emozioni ed il sé psicofisico dell’individuo. Il progetto "PsicoMotriciDanza" nasce basandosi sui suddetti principi, arricchendosi però dei caratteri della danza sportiva, che prevedono l'apprendimento della coordinazione motoria, dell'equilibrio, della gestione spaziale, della comunicazione verbale e non e l'applicazione immediata di tutti i principi finalizzati all'integrazione sociale degli individui.

Il progetto integrazione "Psicomotricidanza" è rivolto agli alunni diversamente abili di scuola Primaria, ai compagni "normodotati" scelti all'interno dei rispettivi gruppi classe, agli insegnanti di sostegno di riferimento. Il percorso sarà coaudiuvato da un esperto-tecnico FIDS (Federazione Italiana danza sportiva) riconosciuto dal Coni e da 2 collaboratori.

    Il  progetto si pone come obiettivo lo sviluppo e il potenziamento degli schemi motori di base, risolvere situazioni problematiche in relazione alle varie proposte motorie, combinare gli schemi motori di base tra loro, secondo obiettivi e ritmi differenti, sviluppare le capacità coordinative, stimolare riflessioni sull'immagine di sè, anche attraverso il confronto con l'altro, rappresentare con creatività motoria azioni e gesti.  

    Le diverse proposte si differenzieranno in esercizi di coordinazione dinamico-generale, elasticità ed espressività corporea, ritmo, forza, equilibrio, balli individuali, di gruppo, di coppia, di imitazione e creativi con movimenti abbinati alla musica.

    La prima fase di attività sarà molto semplice e raggiungibile dalla totalità dei ragazzi; gradualmente si passerà a difficoltà di coordinazione maggiore con l'aiuto di attività di gruppo.

    L'organizzazione prevede n. 8 incontri operativi con gli alunni di scuola primaria a cadenza settimanale della durata di un'ora per ogni gruppo di lavoro nel periodo marzo-aprile 2014. Si individueranno 2 gruppi di lavoro per un totale di 16 ore complessive. Ogni gruppo sarà costituito da 14 alunni.  

    SCUOLA INFANZIA

     Dalle linee tematiche del progetto di psicomotricità, prende spunto il percorso della scuola dell’infanzia dal titolo:“GIOCANDO DANZANDO” .

    I bambini partecipanti al progetto acquisiranno espressività corporea a livello imitativo e creativo. Si farà comprendere l’armonia del movimento del corpo abbinato ad un ritmo. Si prepareranno gli alunni ad affrontare situazioni che richiedano un lavoro cooperativo. Verranno insegnati balli semplici attraverso movimenti facilitati applicati alla musica. E’ rivolto a bambini diversamente abili, frequentanti la Scuola dell’Infanzia, accompagnati da un tutor scelto all’interno del gruppo classe o dagli insegnanti di sostegno di riferimento.

    Copyright © 2018 SCUOLA CESARE BATTISTI MOLFETTA. Tutti i diritti riservati.
    Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.

    il sito è stato realizzato dai docenti della scuola nell'ambito di un percorso di formazione sul CSM Joomla.
    Docente del corso: Lazzaro Nicolò Ciccolella
    hosting Joomla MEDIATECNICA MOLFETTA