Autenticazione

ALUNNI STRANIERI

INTERAZIONE E INCLUSIONE

La presenza degli alunni stranieri nelle scuole italiane è ormai un dato rilevante, diversamente distribuito, che costituisce un campo di sfida educativa e didattica con il quale si misurano quotidianamente i docenti.
L’accoglienza e l’incoraggiamento per gli alunni di nazionalità straniera sono la risposta alla necessità della persona di essere sostenuto nel proprio divenire.

Questo è l’obiettivo sempre al centro dell’attenzione della nostra scuola.

Il documento dell’Osservatorio nazionale per l’integrazione degli alunni stranieri reso pubblico dal Ministero a fine ottobre 2007, è la base, lo strumento più efficace per costruire un doppio livello di progettualità, quello riferito alla integrazione e quello riferito all’interazione.

INTEGRAZIONE

Sono riconducibili a questa area le pratiche dell’accoglienza e di inserimento nella scuola, l’apprendimento dell’italiano come seconda lingua, la valorizzazione del plurilinguismo, le relazioni con le famiglie e l’orientamento. Si tratta cioè di azioni che hanno lo scopo, sulla scorta dell’art.3 della Costituzione, di rimuovere gli ostacoli alla piena realizzazione della cittadinanza attiva e creativa da parte di tutti i soggetti che frequentano la scuola.

L’incontro tra le storie personali dei bambini e la progettualità educativa e didattica, trova, nel favorire e suscitare l’ascolto, un passaggio decisivo per affinare strumenti, rilevare tematiche da approfondire, cogliere bisogni, chiarire difficoltà, così come la dinamica narrativa e la tensione empatica sono fonti di uno scambio linguistico ricco di tradizioni usi costumi, modi di vivere che sollecitano a intervenire.

E’ un cammino che si misura giorno per giorno con modalità diverse e che l’apporto dell’istituzione  CRIT (Centro Risorse Intercultura Territoriali) è determinante per i primi interventi di facilitazione e mediazione linguistica necessari a favorire le relazioni sociali e la comunicazione per l’apprendimento.

INTERAZIONE

Sono riconducibili a questa area gli interventi relativi alle relazioni a scuola, alle discriminazioni e ai pregiudizi, alle prospettive interculturali nei saperi e nelle competenze.
Nella promozione delle competenze viene del tutto recuperato il valore formativo delle discipline; nella realtà scolastica infatti l’incontro intenzionale tra la persona e i saperi attraverso la ricerca della soluzione di un problema o di un compito consente all’alunno di imparare a utilizzare gli strumenti, i metodi, le regole di sintassi e di lessico tipiche di ciascuna disciplina, di strutturare progressivamente il proprio pensiero e di agire consapevolmente.

Saranno individuati dei traguardi riferiti alle competenze da raggiungere al termine della classe e che costituiscono il profilo formativo dell’alunno.
Il laboratorio linguistico curerà la prima alfabetizzazione e una volta stabiliti i nodi concettuali di una disciplina, si procederà cercando continui legami con la realtà, le esperienze o aiutandosi con le immagini; si lavorerà sul lessico necessario per accedere ai concetti di ogni attività didattica; si cercherà di far comprendere all’alunno le relazioni logiche tra gli eventi.

I docenti attiveranno risorse comunicative (anche mimando le consegne, sottolineando con sorrisi un buon risultato) e gestionali per rendere significativa e motivante l’attività didattica.

Comunicare è prioritario, soprattutto per i bambini stranieri: per questo sarà importante stimolare l’acquisizione di diversi modi di esprimersi.

L’educazione motoria valorizzerà la comunicazione non verbale tra tutti i bambini, ciascuno nelle sue unicità e potenzialità; l’educazione musicale permetterà di esplorare la musica e il suono come linguaggi universali e interculturali che accomunano tutti i popoli e tutte le ere storiche.
Il clima di classe favorevole e inclusivo consentirà di attivare le risorse presenti nelle relazioni per sostenere e qualificare concretamente i processi di apprendimento.

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA ALUNNI STRANIERI

LINEE GUIDA PER L'INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

Copyright © 2018 SCUOLA CESARE BATTISTI MOLFETTA. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.

il sito è stato realizzato dai docenti della scuola nell'ambito di un percorso di formazione sul CSM Joomla.
Docente del corso: Lazzaro Nicolò Ciccolella
hosting Joomla MEDIATECNICA MOLFETTA