-Una maglietta...tanti bottoni-

È difficile capire il mondo senza uscire di casa.

25 aprile, giornata della Liberazione. Una maglietta bianca, senza alcuna macchia di colore, viene liberata dal cassetto dove giaceva in quarantena per iniziare il viaggio della speranza; la speranza che presto tutti, maestre e alunni, si sarebbero rincontrati per stare insieme.

Uscita di casa da viale Papa Giovanni II, 6 ha percorso le vie della città per entrare nelle case di tutti i bambini delle classi III^B e III^C della Scuola Primaria dell’ Istituto Comprensivo “Battisti-Pascoli” di Molfetta e metterli alla prova in una delle competenze acquisite durante la didattica a distanza: cucire un bottone.
Ed ora eccola qui, carica delle emozioni di tutti i bambini. Uno diverso dall’altro, proprio come loro, i bottoni sono il simbolo della loro diversità, della loro presenza e del loro desiderio di rincontrarsi. All’appello della maestra, infatti, nessuno risultava assente.

Questo quanto riportato, in una pagina del diario, da una mamma: “una bella esperienza che ha permesso a tutti di vivere momenti indimenticabili e alla maglietta di incontrare persone, conoscere realtà familiari diverse e vivere attimo dopo attimo con un unico scopo: riunire le classi III B/C per accorciare le distanze e ritrovare la loro bellezza”. "Diario al tempo del Coronavirus" a cura dell'ins. Valente Marisa in collaborazione con genitori e bambini.